Leggi e normative

LEGGI E NORMATIVE VIGENTI

in italia e a livello regionale


La gestione del rischio clinico è un settore complesso ed estremamente delicato. In gioco, infatti, sta la Sicurezza del paziente, obiettivo a cui aspirano tutti gli operatori e le strutture che operano in ambito sanitario. Proprio per la sua complessità, sono molte le normative e le leggi a carattere nazionale e regionale che regolano la gestione del rischio clinico e la figura del Clinical Risk Manager in quanto soggetto incaricato di investigare, analizzare e proporre la good practice all'interno delle realtà sanitarie. La conoscenza di tali norme non è solo fondamentale per gli operatori del settore, ma anche per i pazienti: solo conoscendo appieno i propri diritti, infatti, è possibile impegnarsi attivamente affinché essi vengano rispettati.

Il Dr. Giulio Mayer, Clinical Risk Manager di fama nazionale che mette la sua esperienza e professionalità al servizio degli altri, propone una panoramica sulle leggi relative alla Gestione del rischio, per aumentare la consapevolezza e promuovere la figura del Clinical Risk Manager a livello nazionale.

normativa nazionale

Il 28 gennaio 2016 è stata approvata dalla Camera la cosiddetta “Legge Gelli-Bianco”, con oggetto “Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario”, attualmente approdata in Cassazione. 

La legge prende il nome dai suoi presentatori, Federico Gelli alla Camera e Amedeo Bianco al Senato, e interessa in primis la responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambito sanitario: in poche parole, si propone di modificare la disciplina della colpa medica, attualmente regolata dalla Legge Balduzzi.
Per saperne di più

LINEE GUIDA REGIONALI

All’interno delle linee guida regionali spiccano i protocolli per la gestione della Sepsi, così come gli standard regionali legati al sistema di emergenza sanitaria territoriale 118. L’ex DGR n.46/2008 fornisce indicazioni invece sulle linee operative alle aziende sanitarie in relazione alla gestione della qualità e sicurezza nella terapia anticoagulante, mentre il D.G.R. n.464 del 25/06/2007, si concentra sulle linee guida per l'allestimento di ambienti sanitari idonei in presenza di soggetti allergici al lattice. 

La produzione normativa, in ogni caso, non si ferma: in corso di approvazione è al momento il documento “Linee guida per la profilassi del Tromboembolismo Venoso nei pazienti ospedalizzati”.
Per saperne di più

RACCOMANDAZIONI MINISTERIALI

Il Ministero della Salute indirizza agli operatori le cosiddette raccomandazioni, ovvero linee guida di comportamento da attuare durante l’insorgere di eventi avversi. 

Si tratta di un sistema di allerta da attuare nei casi di prestazioni cliniche ad alto rischio di errore, con l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione degli operatori riguardo alcune procedure particolarmente pericolose e rischiose.

Per saperne di più
Linee guida regionali e nazionali: per informazioni, gestionedelrischioclinico@gmail.com
Share by: