Formazione

IL CLINICAL RISK MANAGER:

una figura chiave sul territorio nazionale


Il settore sanitario è uno dei più complessi: non solo comprende il Servizio Sanitario Nazionale, ma anche tutte le grandi, piccole e medie aziende ospedaliere e non che si occupano della salute dei pazienti. È soggetto, inoltre, a mutamenti continui che ne alterano la complessità. Se da un lato, infatti, la ricerca scientifica e le innovazioni in campo tecnologico hanno contribuito a ottenere più strumenti diagnostici, migliorando notevolmente la qualità della vita e la possibilità di erogare prestazioni di qualità, dall'altro ciò ha comportato inevitabilmente un aumento considerevole dei costi e della complessità organizzativa del sistema. 

Per questo motivo negli ultimi anni ha acquisito sempre più importanza la figura del Clinical Risk Manager, o Gestore del Fattore di Rischio in ambito clinico: un esperto con diverse qualità e competenze che si occupa fondamentalmente della gestione strategica e organizzativa di tutti gli aspetti che riguardano, direttamente e indirettamente, la Sicurezza del paziente. 

L'obiettivo del Clinical Risk Manager è quello di analizzare, monitorare e studiare le pratiche di un ambiente sanitario per aumentarne l'efficacia, la qualità, l'affidabilità e l'efficienza, in un'ottica di riduzione dei costi relativi all'errore umano e alla promozione della Sicurezza in ambito medico e clinico. 

IL MANAGEMENT DEL RISCHIO

Il risk management è quel processo che include l’attuazione di strategie per evitare o gestire il rischio di un’azienda. Una definizione generale che può riguardare qualsiasi tipo di rischio, come quelli naturali o finanziari, e qualsiasi azienda, dalle imprese alle realtà sanitarie. 

Il Risk Manager si occupa pertanto di identificare i rischi non solo evidenti, ma anche probabili, come ad esempio il malfunzionamento di apparecchiature e impianti. I rischi per un’azienda allo stesso tempo possono derivare anche da fattori come la sicurezza del personale, o come il ben noto “errore umano”.

CHI è il CLINICAL RISK MANAGER

Il Clinical Risk Manager è una figura che coordina i due profili che costituiscono il cuore pulsante del settore sanitario, ovvero gli operatori sanitari-utenti e i delegati alla sicurezza, o preposti. È un dirigente di area biomedica-infermieristica, politecnica o psico-sociale responsabile del complesso sistema di gestione del rischio clinico. In quanto tale, si occupa di organizzare e coordinare il piano di sicurezza aziendale, lavorando a stretto contatto con i delegati alla sicurezza; è responsabile, inoltre, della gestione dei database delle segnalazioni e degli incident reports dei pazienti e degli operatori stessi. 

Il suo scopo è quello di analizzare le procedure responsabili all'errore umano all'interno dell'azienda, controllando l'interazione del fattore umano in relazione alle altre dimensioni del sistema. Per fare ciò, oltre a possedere indubbie capacità gestionali, deve dimostrarsi in grado di comprendere e favorire il benessere psico-fisico degli operatori sanitari, sempre in un'ottica di riduzione del rischio. 

Il Clinical Risk Manager è una carica professionale riconosciuta dal Sistema Sanitario, conseguibile previa frequentazione di appositi corsi di formazione. 
L’importanza della figura del risk manager:
per informazioni sulla formazione, gestionedelrischioclinico@gmail.com
Share by: