SICUREZZA DEL PAZIENTE E GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO


Con il termine di "rischio clinico" si definisce la possibilità che un paziente subisca un “danno o disagio involontario, imputabile alle cure sanitarie e che sia capace di causare un prolungamento del tempo di degenza, un peggioramento delle condizioni di salute o la morte.

Dal 1999 il Dr. Giulio Mayer si occupa di sicurezza in ambito chirurgico aderendo al programma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità “Alliance for Patient Safety” che promuove aree prioritarie d’intervento come “Safe Surgery saves life” per la massima attenzione agli interventi e alle pratiche chirurgiche.

Il Dr. Giulio Mayer ritiene essenziale dare voce ai pazienti nelle attività di gestione del rischio clinico.

La sicurezza dei pazienti deve essere in azione,  identificare cosa veramente funziona dal punto di vista organizzativo e clinico per poterlo diffondere.

comprendere i modelli di errore umano e la loro applicazione in medicina e chirurgia

Le teorie che sviluppano e identificano i modelli dell’errore umano sono importanti per comprendere le cause degli errori che si sono verificati, per scoprire future vulnerabilità e per facilitare i professionisti della sanità impegnati a sviluppare una pratica clinica sempre più sicura per i Pazienti. Come essere umani, tutti noi commettiamo errori, sia professionali sia nella nostra vita privata: ci dimentichiamo di fare delle cose, oppure –distratti- le facciamo sbagliate e prendiamo delle decisioni che risulteranno in seguito sbagliate, se non addirittura dannose.

Le teorie psicologiche dell’errore umano possono aiutarci a comprendere perché gli errori si verificano e a identificare strategie per prevenirli; vorrei illustrarvi qui le conoscenze di base per comprendere i modelli teorici dell’errore umano e come questi si applicano quotidianamente nel mondo della Medicina.

l'errore centrato sulla persona e
l'errore focalizzato sul sistema

Storicamente si è sempre sviluppato un approccio –sia teorico e sia pratico- all’errore centrato sulla persona, per i sistemi sanitari e per quelli industriali e militari: questa tipologia di valutazione dell’evento /errore sostiene che gli errori siano causati dalle debolezze umane e che qualche essere umano sia più propenso di altri a commettere degli errori; secondo questo modello, quindi, la riduzione dell’errore si basa sull’identificazione delle variazioni tra individui, per poi identificare “a bersaglio” quelli che commettono più errori. Questa è, tuttavia, una concezione dell’errore basata sulla “colpa” dei singoli, capace di indurre timore negli operatori, sostenere azioni disciplinari, ritenendo unicamente gli individui responsabili, “colpevoli” dell’evento / errore.

È stato osservato che colpevolizzare i singoli individui può essere emotivamente più soddisfacente che coinvolgere le istituzioni e –potenzialmente- più conveniente che cercare di coinvolgere sistemi più grandi.

Dal 1990 si è affermato un modello concettuale dell’errore focalizzato sul sistema: contrariamente al modello precedente, qui si sostiene che gli errori siano causati da sistemi complessi, dei quali gli esseri umani sono solo una parte dell’eventuale meccanismo d’azione specifico dell’errore. Un esempio significativo: gli individui che commettono –apparentemente- più errori, nella realtà, risultano essere impiegati in attività / azioni ad alto rischio o quelli che agiscono in ambienti notevolmente ostili.

Le organizzazioni che adottano questo approccio sistemico cercano di ridurre gli errori osservando un insieme di fattori, che includono l’organizzazione stessa e le sue politiche di attività.

Negli ambienti sanitari e clinici, l’approccio sistemico vorrebbe includere l’uso delle segnalazioni di errore (“incident reporting”) o altri metodi per identificare l’evento / errore, per condividere le informazioni ricevute, modificare adeguatamente il sistema stesso, per ridurre le future possibilità di errore.
Leggi e normative
Il Dr. Giulio Mayer invita i suoi pazienti a prendere visione delle leggi e normative di carattere nazionale e regionale che insistono sulla tematica del rischio clinico
Maggiori informazioni
Contatti
Il Dr. Giulio Mayer è a disposizione per approfondimenti, consulenza e assistenza nell'ambito dell'individuazione del rischio clinico.
Maggiori informazioni
Eventi
Per essere sempre aggiornati sugli ultimi avvenimenti legati alla discussione riguardante il rischio clinico è possibile approfondire la lista presente nella sezione dedicata.
Maggiori informazioni
Per richiedere una consulenza sulla gestione del rischio clinico a livello nazionale 
chiamare il +39 370 3185314.
Share by: